News

Trump rischia di perdere l’olio d’oliva e il formaggio europeo

Trump rischia di perdere l’olio d’oliva e il formaggio europeo

L’amministrazione Trump ha proposto una tariffa fino al 100% su $ 25 miliardi per gli articoli europei. I tipi di formaggio come Romano, Parmigiano, Provolone e Gouda sono tutti nella lista.

Ma non è solo formaggio. La tariffa è proposta per colpire una gamma di articoli che sono ben abbinati a formaggi, come vini e salumi, olio d’oliva, olive e pasta.

Poiché le tariffe di Trump contro la Cina minacciano di aumentare i prezzi su un gruppo di beni di consumo, questa disputa meno nota minaccia i principali produttori di formaggi.

Circa 14.000 rivenditori di generi alimentari specializzati, insieme a 20.000 altri rivenditori di generi alimentari in tutto il paese, saranno interessati dalle tasse, secondo la Food Association.

Anche gli importatori di alimenti sono preoccupati. Se le vendite calano, faranno meno affari. Gli Stati Uniti producono solo circa il 5% di ciò che consumano gli americani. Un gruppo di legislatori bipartisan ha già presentato una petizione all’Ufficio del rappresentante commerciale degli Stati Uniti per riconsiderare la fissazione della tariffa petrolifera.

D’altro canto, le tariffe potrebbero andare a beneficio dei produttori statunitensi che producono versioni native di formaggi che si pensa siano denominati italiani, come la mozzarella e la burrata.